Taranto – Puglia

This post is also available in: English (Inglese)

Aggiornamento, 16 agosto 2020

Taranto – Veduta della Città Vecchia

COME FUNZIONA IL PROGETTO CASE A 1 EURO A TARANTO

Chi può acquistare casa

Possono acquistare casa Imprese individuali, Agenzie o Società di persone o di capitali, privati cittadini italiani, comunitari ed extra comunitari.

Obblighi degli acquirenti

  • Predisporre il progetto definitivo di ristrutturazione e recupero dell’immobile.
  • Acquisire tutti i pareri necessari ed ottenere il previsto titolo abilitativo edilizio entro il termine di un anno dalla data di pubblicazione della graduatoria.
  • Ultimare i lavori entro il termine di un anno dalla data di rilascio del titolo abilitativo edilizio, salvo motivate richieste di proroga.
  • Stipulare polizza fidejussoria in favore del Comune di Taranto dell’importo di € 1000,00 avente validità di anni due a garanzia della realizzazione dei lavori. In caso di inadempimento il Comune di Taranto avrà la facoltà di incamerare la polizza.

Criteri di selezione e aggiudicazione degli immobili

La Commissione comunale valuterà le proposte ed i progetti presentati dando priorità alle seguenti parametri:

  1. residenza stabile, per nuclei familiari, unioni civili, coppie di fatto o nuclei di solidarietà due o più soggetti uniti dalla volontà di condividere l’abitazione. Nel caso di aggiudicazione da parte di Agenzie o Società queste dovranno destinare i beni ad uso abitativo-residenziale secondo i predetti parametri;
  2. attività commerciali con riferimento alle attività culturali ed innovative, nonché attività artigianali e pubblici esercizi, locali di pubblico spettacolo e studi professionali;
  3. strutture di ricezione turistica;

Inoltre la Commissione terrà conto di altri 3 parametri principali:
ECOSOSTENIBILITÀ – DESTINAZIONE PROGETTUALE – CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE.

Come presentare la proposta di acquisto

Le proposte dovranno già contenere il progetto di massima e la descrizione puntuale della destinazione d’uso dell’immobile.

La domanda dovrà contenere allegata la seguente documentazione:

  • Progetto di massima corredato da:
  • relazione esplicativa della proposta di recupero da cui si evincano chiaramente le destinazioni d’uso di progetto, l’elenco dei materiali da utilizzare, sia per le finiture, sia per le strutture, sia per la riqualificazione energetica, la tipologia di impianti previsti, i dati metrici anche utili ai fini della determinazione del punteggio;
  • progetto grafico di massima di supporto alla relazione esplicativa, contenente immagini foto-realistiche degli elementi salienti (es. facciata, interno tipo, eventuali aree a verde, proposte di finitura, ecc…);
  • computo metrico estimativo dell’intervento e relativo quadro economico, dal quale si evinca in maniera chiara il costo stimato per l’esecuzione dell’opera;
  • dichiarazione contenente l’eventuale proposta di sponsorizzazione;
  • documentazione comprovante il possesso dei requisiti richiesti per i soggetti proponenti;
  • dichiarazione dell’operatore di impegno a stipulare a favore del Comune di Taranto di polizza fidejussoria dell’importo di €. 1000 a garanzia degli impegni di ristrutturazione e recupero assunti.
    Il Comune di Taranto si riserva la facoltà di richiedere chiarimenti o integrazioni al fine della corretta valutazione delle proposte.

Le proposte, complete degli allegati, vanno inviate in busta a mezzo posta raccomandata con ricevuta di ritorno entro il 20 novembre 2020 alle ore 12:00 al seguente indirizzo

Direzione Patrimonio del Comune di Taranto
Piazzale Dante n 15/16
74121 Taranto

Bando
Scheda 1 – Vico Serafico
Scheda 2 – Postierla plla1156
Scheda 3 – Postierla plla1161
Scheda 4 – Postierla ang via Di Mezzo
Scheda 5 – via Santa Chiara
Scheda 6 via Di Mezzo plla1132
Scheda 7 – via Di Mezzo plla1119
Tabella Elenco Immobili Taranto

20 agosto 2019

Nel Comune di Taranto l’Assessore Francesca Viggiano ha annunciato la politica delle case a 1 euro durante la 2 giorni di incontri tra amministrazione Melucci e cittadinanza al Teatro Fusco.

L’assessore al patrimonio del Comune di Taranto ha dichiarato che con l’approvazione di “Ecosistema Taranto” nell’ottica della riconversione economica della città che si candita alla “capitale italiana della
cultura per l’anno 2021”
, che le proprietà dell’amministrazione saranno in vendita a 1 euro per chi ne ha bisogno.

Un’iniziativa simbolica, nello scopo di non solo a riqualificare alcuni edifici come avviene in altre località, ma come già l’iniziativa casea1euro ha svolto in altri contesti, di creare una attività di housing sociale in
favore di chi ha bisogno, ma non ha una casa, favorendo la ripopolazione di alcuni tessuti urbani.

Gli interessati alle casea1euro avranno la concessione con diritto di superficie per 100 anni, e avranno il compito di provvedere a loro spese la ristrutturazione dell’appartamento o dell’edificio.

Con il progetto
casea1euro promosso dal comune di Taranto si otterrà quindi un rinnovo del tessuto urbano anche nella forma di abbattimento e ricostruzione edilizia per i palazzi che sono messi troppo male, rivalutando le
volumetrie anche di interi quartieri, come avverrà nella Città Vecchia.

Qui al Comune di Taranto la riqualificazione del territorio con case a 1 euro passa attraverso la riconversione degli appartamenti e degli edifici e luoghi pubblici dismessi sia di proprietà del Comune
che di altri enti.

Si attendono tramite il direttivo dell’Urban Transition Center la pianificazione strategica dell’Amministrazione Comunale per dai il via all’esecuzione del provvedimento adottato con delibera di Giunta n.198/2019

http://albopretorio.areavastatarantina.it/documents/10192/1785815/Delibera_Albo_Pretorio_34113_198.pdf

Comune di Taranto
Palazzo di Citta’, P.zza Municipio n.1
74121 Taranto (Ta)
tel. +39 099 4581111
comunicazione.urp@comune.taranto.it